Costituito il Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione della DOP Colline Pontine, Alfredo Cetrone Presidente

Lug 24 • MADE IN ITALY, PRIMO PIANO, SAPORI • 273 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Presidente del CdA è stato nominato l’imprenditore agricolo di Sonnino, Alfredo Cetrone. Vicepresidenti, i produttori olivicoli Paola Orsini e Impero Maggiarra.

Dopo sette anni dal riconoscimento comunitario  della DOP, avvenuto nel 2010 con l’iscrizione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del Regolamento (UE) n. 259/2010, ecco finalmente uno strumento fondamentale, invocato da tempo, per l’espletamento delle attività di tutela dalle contraffazioni e di promozione sul territorio.

Fino ad oggi, ad operare in qualità di Organismo di Controllo incaricato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per la certificazione delle produzioni di olio che possono fregiarsi del marchio DOP Colline Pontine, è stata la società consortile 3A-PTA.

La nascita del Consorzio di Tutela, che è ora in attesa del suo riconoscimento ufficiale da parte della Regione Lazio e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, va a colmare l’unica lacuna ancora esistente nella filiera dell’Olio Extravergine Colline Pontine DOP, atteso che gli olivicoltori aderenti rappresentano oltre i 2/3 della produzione certificata dall’Organismo di Controllo.

Dunque un altro importante tassello per lo sviluppo socio economico della filiera olivicola oleica dell’areale della DOP Colline Pontine che comprende i seguenti 25 comuni della provincia di Latina: Aprilia, Bassiano, Campodimele, Castelforte, Cisterna di Latina, Cori, Fondi, Formia, Itri, Lenola,Maenza, Minturno, Monte San Biagio, Norma, Priverno, Prossedi, Roccagorga, Rocca Massima,Roccasecca dei Volsci, Santi Cosma e Damiano, Sermoneta, Sezze, Sonnino, Spigno Saturnia,Terracina.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »