Skin ADV
fic

Domani gli chef della FIC uniti contro la fibrosi cistica

Ott 3 • PRIMO PIANO, REMINDER, SAPORI • 399 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

FIC-Federazione Italiana Cuochi e Associazione Provinciale Cuochi Etnei ancora una volta in prima linea per la beneficenza, con un evento unico dove il gusto si unisce con la generosità. L’appuntamento è per martedì 4 ottobre, con la Fund Raising Dinner, la cena di beneficenza che, dalle 19.30, si svolgerà nell’elegante centro eventi di Radice Pura a Giarre, nel catanese. L’evento è alla sua seconda edizione e andrà a finanziare la ricerca per la fibrosi cistica. È stato ideato dall’imprenditore etneo Claudio Miceli, e da Liliana Modica, presidente provinciale della Lega italiana fibrosi cistica.

Già l’anno scorso FIC e APCE contribuirono a rendere indimenticabile la serata e a raccogliere un incasso che superò ogni aspettativa e che fu il maggior importo ottenuto in tutta Italia. Fund Raising Dinner coincide in questa seconda edizione con l’appuntamento annuale di CHIC (Charming Italian Chef), che con in testa il loro presidente nazionale Marco Sacco e con il referente siciliano Pietro D’Agostino, hanno voluto organizzare la serata di solidarietà assieme agli amici FIC, APCE e CONPAIT, i Maestri pasticceri guidati dal delegato regionale Peppe Leotta.

«Anche quest’anno – ha dichiarato il presidente di APCE e di FIC Promotion, Seby Sorbello – cercheremo di ripeterci. La nostra squadra sarà in prima linea per offrire tutto il gusto della gastronomia siciliana di qualità unito a tanta solidarietà. Voglio ringraziare sin d’ora tutti i componenti dei Cuochi Etnei e tutti i cuochi professionisti di FIC che si stanno spendendo generosamente per l’evento, così come avviene per i tanti appuntamenti di solidarietà in tutta Italia».

A guidare la squadra dei Cuochi Etnei, accanto al presidente Seby Sorbello, sarà il segretario dell’associazione, Vincenzo Mannino, mentre un ruolo rilevante avranno docenti e alunni degli Istituti Alberghieri del territorio: Istituto alberghiero “Giovanni Falcone” di Giarre; “Karol Wojtyla” di Catania, Iiss “Salvatore Pugliatti” di Taormina e Iiss “Enrico Medi” di Randazzo. Questa straordinaria gara di solidarietà vedrà la partecipazione di 35 chef, che gratuitamente si sfideranno ai fornelli in suggestivi cooking show.

«Sono contento ed emozionato – ha sottolineato Pietro D’Agostino – di poter dare il nostro contributo alla ricerca, lo faremo a modo nostro, portando l’eccellenza e il cuore in tavola. Tutti gli chef contattati da ogni parte d’Italia, stellati e non, hanno immediatamente accettato l’invito».

Tra gli chef che hanno aderito, accompagnati dal direttore nazionale dell’associazione Chic Raffaele Geminiani, ci sono: Pietro D’Agostino, chef patron de “La Capinera” di Taormina (Me); Seby Sorbello, chef patron di “Sabir Gourmanderie” del Parco dei Principi Resort di Zafferana Etnea (Ct); Accursio Craparo, di “Accursio Restaurant” a Modica (Rg); Paolo Barrale, del “Marennà” a Sorbo Serpico (Av); Lino Scarallo, di “Palazzo Petrucci” a Napoli; Beppe Bonsignore, de “L’oste e il sacrestano” di Licata (Ag); Giuseppe Raciti, dello “Zash Country Boutique Hotel” a Riposto (Ct); Angelo Sabatelli, del “Ristorante Angelo Sabatelli” a Monopoli (Ba); Roberto Pirelli, del “Vi.Di” a Noto (Sr); Salvo Vicari, ristorante “Vicari” di Noto (Sr); Massimo Mantarro, del San Domenico Palace di Taormina; Alfio Visalli, di Blu Lab Academy di Acireale; Orazio Torrisi e Carmelo Spoto, del Centro Surgelati di Acireale; Santino Tripoli, de “I Giardini di Villa Fago” a Santa Venerina (Ct); Lorenzo Scollo, di Salumeria Scollo; Angelo Raciti, di agriturismo Fossa Lupo; Vincenzo Mannino e Giuseppe Pappalardo di Villa Ester; Pietro La Torre, di “La Torre Catering”; Andrea Macca, di “Donna Carmela” a Riposto (Ct); Elia Russo, di Villa Neri a Linguaglossa (Ct); Ninni Radicini, di Cantina Gulfi di Chiaramonte Gulfi (Rg); Tony Lo Coco, del ristorante “I Pupi” di Bagheria (Pa); Dario Diliberto, del Ristorante “Il Tocco”; Marco Baglieri, del ristorante “Il Crocifisso” di Noto (Sr); Francesco Patti, del ristorante “I Coria” di Caltagirone (Ct); ed i Maestri pasticceri Conpait Peppe Leotta (presidente Sicilia orientale), Giovanni Cappello (presidente Sicilia occidentale), Tony Ruggeri, Daniele Corsaro, Giovanni Rapisarda e Mario Failla.

Alla serata, presentata da Ruggero Sardo, interverranno anche l’artista Laura Calafiore, prima fast painter d’Italia che regalerà uno spettacolo pittorico-musicale unico nel suo genere, e l’attore Gino Astorina. Verranno così battute all’asta alcune opere realizzate dalla Calafiore, oltre ad accessori e capi d’abbigliamento. Circa 50 i sostenitori dell’evento, tra produttori, fornitori e albergatori. Ma la giornata del 4 ottobre inizierà già dalla mattina, quando a partire dalle ore 10.00, all’interno dell’Etna Chic Chef, si svolgerà il B2B In The Kitchen Tour, una jam session unica nel suo genere in cui territorio, aziende, prodotti si lasceranno osservare, raccontare, creare ed assaggiare. Dalla materia prima al piatto, l’evento sarà riservato ai giornalisti di settore e sarà ospitato alle Cantine Alta Mora di Cusumano, in contrada Verzella a Castiglione di Sicilia, sull’Etna.

www.fic.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »