Economia: Crescita esponenziale delle imprese femminili nella provincia di Latina

Set 30 • NEWS PRO, PRIMO PIANO • 792 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Il tasso di crescita dell’imprenditoria femminile dimostra un andamento piuttosto confortante nel territorio della provincia di Latina.

In base ai dati resi noti da Unioncamere, alla data del 30 giugno si registrano 14.663 imprese femminili, che costituiscono oltre 1/4 del tessuto imprenditoriale locale, posizionando Latina al 16° posto nazionale per femminilizzazione del tessuto imprenditoriale.

Il tasso di crescita per quanto riguarda la provincia pontina, si attesta al +0,78%, anche esso in aumento rispetto allo scorso anno, quando era stato del +0,26%; il saldo in valore assoluto dall’inizio dell’anno è stato positivo per un valore di +114 imprese, determinato dalla differenza tra le 676 nuove iscrizioni, a fronte di 562 cessazioni riscontrate.

In relazione alla distribuzione per settori delle imprese rosa, il Commercio raccoglie il numero maggiore di imprese femminili (in valore assoluto 4.151 unità), seguito dall’Agricoltura, dove sono presenti 3.144 imprese gestite in prevalenza da donne.

Come avviene a livello nazionale, il settore dove tradizionalmente le donne hanno un peso specifico imprenditoriale superiore è quello delle Altre Attività di Servizi, con oltre mille attività operanti nel campo della cura della persona, per un’incidenza pari al 51% del totale delle imprese registrate in tale settore; a seguire, la Sanità e Assistenza Sociale, che annovera 215 imprese femminili, che rappresentano la metà delle imprese operanti in tale comparto.

imprese-femminili

Rispetto alle dinamiche diffusamente negative dello scorso anno, la gran parte dei comparti torna su un sentiero di crescita imprenditoriale; il commercio, l’industria e le costruzioni registrano variazioni dello stock significative, mentre rimane ancora in affanno l’agricoltura che, sebbene in recupero, si mostra ancora in flessione.

Dall’analisi territoriale riferita alle altre realtà laziali emerge che la provincia che ha fatto registrare il tasso di crescita maggiore, peraltro in miglioramento sulle analoghe risultanze 2014, è come di consueto Roma (+1,29%, a fronte del precedente +1,20%); a seguire Latina. Buona anche la ripresa della provincia di Viterbo, che abbandona il sentiero negativo avviato lo scorso anno.

Con riferimento all’organizzazione delle imprese femminili, le forme societarie (Soc. di Capitali, di persone e Cooperative) rappresentano il 38,53% dell’universo in rosa, in crescita rispetto alla stessa data del 2014, dove rappresentavano il 37,51%; tale tendenza è in linea con le dinamiche relative all’intero tessuto imprenditoriale pontino, a dimostrazione del fatto che le realtà aziendali locali tendono sempre più verso formule organizzative più strutturate.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »