EXPO 2015: PRIMA RIUNIONE PROVINCIALE DI CONFRONTO IN CAMERA DI COMMERCIO

Set 26 • Expo, PRIMO PIANO • 851 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Si è svolto presso la Sala Mignano della Camera di Commercio di Latina il primo incontro di confronto provinciale sui temi legati alla prossima Esposizione Universale che si terrà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.

Hanno partecipato, insieme al Presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola e al Coordinatore del gruppo di lavoro per il Lazio Albino Ruberti, le rappresentanze dei Comuni della provincia di Latina e delle associazioni di categoria.

Expo 2015 rappresenta” ha commentato Vincenzo Zottola “una grande opportunità per il Lazio e per la provincia di Latina di attrarre flussi turistici e di business promuovendo le proprie peculiarità produttive e imprenditoriali legate all’agroalimentare, alle produzioni tipiche, alla sostenibilità ambientale, alla pesca e alle ricchezze storico-culturali dei territori. Come Unioncamere Lazio abbiamo siglato un protocollo di intesa con Regione Lazio e Roma Capitale proprio per coordinare al meglio le attività che coinvolgono imprese ed enti locali”. “A Latina” ha concluso “esiste già una palestra di sistema avviata insieme al Comune di Latina nei mesi scorsi con il Tavolo di Sviluppo Strategico e che coinvolge tutti i Comuni della provincia. Attraverso progettualità specifiche, come Pianura Blu, abbiamo dimostrato una grande capacità di stare insieme. Ora dobbiamo individuare progettualità serie e innovative che leghino prodotti e territori e che diano alle imprese opportunità di business che vadano anche oltre con Expo”.

Le attività della Regione Lazio si concentreranno su due binari. A Milano, oltre a partecipare alla mostra dell’Italia delle Regioni, il Lazio avrà un proprio spazio espositivo permanente. A Roma e nelle altre province verrà costruito un programma specifico di mostre e di eventi con l’obiettivo di attrarre flussi turistici e di coinvolgere le delegazioni estere.

Sono già 142 i Paesi che hanno aderito ad Expo 2015, la maggior parte dei quali ha a Roma la propria sede di rappresentanza, attraverso ambasciate e consolati.

Stiamo lavorando” ha sottolineato Albino Ruberti “alla costruzione di un racconto unitario che rafforzi la nostra identità regionale e che ci consenta di competere con tutti i nostri colleghi a livello globale”.

Sono 8 i percorsi tematici individuati dal tavolo di coordinamento regionale: Roma capitale globale del cibo, il cammino dell’acqua, interazioni tra città e campagna, sostenibilità alimentare, l’origine e la qualità delle produzioni, gli itinerari turistici laziali e la centralità dei Fori nell’immaginario generale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »