agrospazio

Federlazio a Sperlonga per Agrospazio 2016

Mag 25 • DALLE ASSOCIAZIONI, PRIMO PIANO, REMINDER • 535 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Nella splendida cornice di Sperlonga si terrà il VII Workshop Internazionale di Agrospazio, un evento di lustro per l’intera provincia di Latina che, come accade ormai da più di 10 anni, per due giorni diventa una vetrina
internazionale con l’arrivo di relatori, esperti e studiosi delle più prestigiose università americane (tra cui quella dell’Arizona) e delle più grandi agenzie spaziali di tutto il mondo tra le quali ESA, ASI e DLR.

L’incontro, organizzato da Federlazio di Latina e dalla Areo Sekur di Aprilia, avrà luogo domani e venerdì, 26 e 27 maggio, all’interno della ex chiesa di Santa Maria, nel pieno centro storico della meravigliosa città.

Obiettivo di Agrospazio 2016 è quello di evidenziare le conoscenze dei sistemi più avanzati per la produzione di cibo sulla Terra indirizzandole alla produzione di cibo nello spazio, delineandole le ricadute scientifiche e gli avanzamenti tecnologici che permetteranno di migliorare i benefici indotti per i cittadini. In questa edizione saranno analizzate le più recenti innovazioni scientifiche e tecnologiche nel settore delle colture protette e presentato lo stato dell’arte della ricerca internazionale sui sistemi per la coltivazione di piante in ambiente spaziale con particolare attenzione ai Sistemi di Supporto Vitale che sono in grado di assicurare anche la rimozione dei contaminanti nell’aria e il trattamento igienico delle acque.

Nel corso del Convegno, verrà presentata una rassegna critica sulle attività nei diversi settori, proponendo spunti di dibattito sulla sostenibilità tecnico-economica dei processi produttivi e sulle nuove linee di attività e strategie di sviluppo (orticoltura urbana, coltivazioni in ambienti estremi, ecc.).

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »