Skin ADV

Federlazio e MADImpresa per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Nov 21 • Arte e Cultura, DALLE ASSOCIAZIONI, PRIMO PIANO • 824 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Un momento di cultura e di arte da condividere nella sede di Federlazio Latina, associazione punto di riferimento per i tanti artisti della provincia.
L’occasione sarà quella del prossimo 25 novembre che è la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne dove lavoro e mondo femminile si incontreranno per far riflettere su un tema, purtroppo, di sempre più stretta attualità che è proprio quello della violenza sulle donne.

Tanti gli ospiti che interverranno in occasione del vernissage tra cui il Presidente di Federlazio Latina, Antonella Zonetti; Valentina Pappacena, Presidente dell’associazione Valore Donna (da anni impegnata a livello nazionale per la tutela delle donne che subiscono violenza e maltrattamenti); Maria Rosaria De Simone scrittrice ed autrice del libro “Chat in Rosa. Dialogo sopra i massimi e minimi sistemi”.  Modererà Saverio Motolese, Direttore di Federlazio Latina, sponsor ufficiale del vernissage due imprese d’eccellenza: Olsa Informatica SpA e Loggia Industria Vernici

Le opere che spaziano dalla pittura alla fotografia, dalla scultura all’installazione alla video arte, hanno instaurato con il Museo d’Arte Diffusa a cura di Fabio D’Achille un rapporto consolidato da anni e hanno esposto anche nelle ormai storiche rassegne al femminile Lillabox e Mad Donna; altre, di più “recente acquisizione”, dimostrano la volontà di entrare nella rete di eventi congiunti di quella che Marcella Cossu (Direttore Raccolta Manzù/Gnam) ha battezzato come “Scuola Pontina”, creata da Mad.

Paola Acciarino ha da sempre alternato il linguaggio fotografico a quello pittorico, prediligendo tuttavia di esporre opere legate al primo, o di creare una commistione tra i due, come nella serie “Florilegio painting” allestita pochi mesi fa nella rassegna “Mad@Winebar XXI Aprile”. Per Mad Impresa ha appositamente scelto di allestire una serie di acrilici su tela intitolati “Iperuranio”, realizzati diversi anni fa ma proposti al pubblico per la prima volta. Artista ormai “fissa” di Mad, tra le ultime mostre ricordiamo la partecipazione ad OdisSea Contemporanea 2014.

Angela Maria Antuono, con le fotografie e il video “Pezzi di donna”, affronta un viaggio tra le varie età della donna catturate dal suo obiettivo fotografico sotteso alla visione personale dell’artista. Alcune di queste istantanee, che vanno dal 1996 al 2013, sono state esposte nella sua prima mostra con Mad “La Repubblica di Caianello”, che descrive i protagonisti del paesino –da cui proviene e vive l’artista- dall’infanzia alla maturità, una storia per immagini che racconta la cultura, il lavoro, la personalità degli abitanti di Caianello, di questo mondo che riporta indietro nel tempo delle nostre origini.

La pittura di Antonella Catini si avvale di un linguaggio informale dove il colore si fa segno in rilievo, grazie ad impasti materici densi, scaturiti da un approccio gestuale in cui il dinamismo e il movimento accentuato convivono con il richiamo a soffermarsi su ogni singola linea e amalgama cromatico. Ha iniziato a collaborare con il Museo d’Arte Diffusa esponendo nell’ultima edizione di Mad Donna, per poi proseguire con la partecipazione a OdisSea Contemporanea 2014.

L’obiettivo fotografico di Claudia Chittano mira, come dichiara l’artista stessa, a tradurre in immagini l’elemento femminile. Il suo lavoro è stato definito dal critico dell’arte Silvia Sfrecola Romani “una sorta di autoritratto esistenziale”; dalle sue opere emerge una visione intimistica, uno sguardo ravvicinato e interiorizzato sul sé e sul mondo circostante, restituito da uno stile in cui i mezzi toni si fondono con delicatezza ed energia propulsiva.

Anche Marianna Galati è una delle artiste “storiche” di Mad; la sua pittura iperrealista ha accompagnato costantemente i percorsi del Museo d’Arte Diffusa, nelle rassegne al femminile e non solo (basti ricordare la partecipazione alla rassegna Lievito/ALT a Palazzo (M)AD, inaugurata lo scorso 25 aprile).

Carola Masini collabora con Mad da circa un anno, con le partecipazioni alle ultime edizioni di Mad Donna e ad OdisSea Contemporanea. La sua ricerca è incentrata soprattutto sulla scultura, sulla pittura e sulle arti visuali in genere privilegiando l’uso di materiali poveri e di recupero. “Il pensiero di Carola Masini è plastico scultoreo e pittorico contemporaneamente. I suoi, apparentemente, tetri sfondi neri sono specchi di poesia lucidissima (…)”.

I quadri in ceramica di Simonetta Massironi presentano una cornice in ferro battuto, forte, possente, ma che non appesantisce la composizione, anzi, le dona respiro, non la chiude, grazie al valore dello spazio, alla giusta distanza tra rappresentazione e cornice. L’artista/artigiana collabora con Mad da circa due anni; anche lei ha partecipato a OdisSea Contemporanea 2014, e, domenica 16 novembre, Giornata Mondiale in memoria delle vittime della strada, è stata la protagonista artistica del Flash Mob “Fiori Rossi” organizzato da Mad in collaborazione con l’Associazione “Valore Donna”.

Maria Gloria Sirabella, pittrice e scultrice, è alla sua seconda mostra con Mad, avendo inaugurato lo scosrso ottobre la personale di pittura “Superfici Informali” presso la nuova scuola di danza Vetrina Modulo. Qui, i dipinti a tecnica mista su vetroresina, in bilico tra figurazione ed astrazione, creano un equilibrio tra giochi di ombre e luci, fra trasparenze e matericità del segno e colore.

In Mad Impresa la vediamo nelle vesti di scultrice/installatrice, con la serie “Ferro”, in cui la mano e la mente dell’artista si approcciano delicatamente al materiale sino a fondersi con esso in una metamorfosi delle une e dell’altro che approdano, insieme, a nuova vita, dove interagiscono manipolazione e creazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »