Skin ADV

Federlazio mette a confronto tutti i candidati sindaco di Rieti

Mag 26 • DALLE ASSOCIAZIONI, PRIMO PIANO • 171 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Si è svolto presso la sede Federlazio di Rieti il confronto con tutti i candidati Sindaco di Rieti in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale. Oltre al Presidente della Federlazio Rieti Riccardo Bianchi e al Direttore Davide Bianchino, erano presenti i candidati Giosuè Calabrese, Antonio Cicchetti, Massimo D’Angeli, Simone Petrangeli e Lodovica Rando. All’incontro, aperto, ha partecipato anche una nutrita rappresentanza di imprenditori.

Scopo dell’incontro, affrontare nel dettaglio quella parte dei programmi elettorali che riguardano più da vicino le problematiche dello sviluppo e delle piccole e medie imprese. A tutti i candidati Sindaco la Federlazio ha chiesto di esprimersi in merito a quattro temi specifici, ritenuti di particolare interesse per le aziende del territorio.

Il primo tema affrontato è stato quello relativo alla bonifica delle ex aree industriali, argomento di grande attualità in queste settimane di campagna elettorale. Un patrimonio industriale di notevole livello che però, secondo Federlazio, necessita di essere valorizzato e riqualificato al più presto. Ai candidati Sindaco è stato chiesto di pronunciarsi sull’argomento e di esporre le loro idee in merito ai progetti di riqualificazione della zona.

Successivamente si è passati al problema della desertificazione del centro storico, un fenomeno con il quale la città di Rieti si sta scontrando da molto tempo. Ben prima degli ultimi noti eventi sismici che hanno colpito la nostra zona e che hanno solo accelerato un fenomeno già in atto da tempo. Gli imprenditori della Federlazio hanno chiesto ai candidati quali azioni hanno intenzione di mettere in atto per arrestare questo triste fenomeno, in particolare riguardo eventuali fondi da stanziare per le attività commerciali.

Il terzo quesito ha affrontato i vari aspetti legati alla “Rigenerazione Urbana”, in quanto essa può incidere sul tessuto urbanistico della nostra città senza consumare territorio, ma riqualificandolo, rendendolo moderno e più funzionale. Oltre ai problemi “tradizionali” di ogni città, Rieti su questo tema si deve scontrare anche con il problema legato alla messa in sicurezza degli edifici lesionati dopo i recenti episodi sismici. Importante quindi, per le Pmi reatine, conoscere il parere dei candidati su questo delicato argomento.

In ultimo (ma non per importanza) si è discusso di “fiscalità locale”. Da anni alle imprese ubicate nell’area del Consorzio Industriale di Rieti viene chiesto di pagare la tassa sui rifiuti urbani da parte del Comune di Rieti. Esattamente un anno fa, la Federlazio si fece promotrice di una azione nei confronti di tutti i Comuni della Provincia di Rieti, con lo scopo di scongiurare una doppia tassazione nei confronti delle imprese. Infatti, una sentenza della Corte Suprema di Cassazione del 2016 (9858/16), stabilisce che la TARI non deve essere pagata nelle aree dedicate ad attività produttive, da imprese che producono rifiuti speciali, in quanto le imprese già sostengono da sé i costi di raccolta e di smaltimento, che sono affidati ad aziende specializzate. Attualmente le nostre aziende continuano a versare al Comune di Rieti la TARI che viene loro richiesta. Di estremo interesse per tutte le imprese, quindi, conoscere il parere dei candidati su questo argomento.

Dopo aver affrontato i quattro temi principali dell’incontro, è stato aperto il dibattito con alcune domande rivolte ai candidati direttamente dagli imprenditori presenti.

“Abbiamo organizzato questo confronto aperto con tutti i principali candidati per rispondere alle richieste che ci provengono dalle imprese – ha dichiarato il Direttore di Federlazio Rieti, Davide Bianchino -. L’incontro di oggi, infatti, ci ha permesso di conoscere in maniera più approfondita quali sono i reali punti di vista dei candidati sui problemi concreti delle aziende. Gli imprenditori, da oggi, avranno degli elementi in più per esprimere un giudizio più completo su quello che, secondo loro, sarà il prossimo Sindaco di Rieti”.
“Nel fare un in bocca al lupo a tutti i candidati, ci auguriamo che i punti che abbiamo messo oggi all’attenzione verranno assunti come prioritari dalla prossima Amministrazione comunale – ha dichiarato il presidente di Federlazio Rieti, -. Quello che è emerso maggiormente da questo importante confronto è la generale condivisione su quei temi che le Pmi ritengono prioritari. L’auspicio è, ovviamente, che le parole di oggi si traducano in fatti concreti tra qualche mese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »