Festa Nazionale del Cuoco a Formia: una giornata per misurarsi e scoprire le innovazioni in tavola

Nov 8 • PRIMO PIANO, REMINDER, SAPORI • 648 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Tutto pronto per la Festa Nazionale del Cuoco che il 14 novembre prossimo riunirà a Formia le Berrette Bianche della Federazione Italiana Cuochi per un confronto aperto e leale su come sta evolvendo il mestiere dello chef.

Ad ospitare l’evento fortemente voluto dal Vicepresidente regionale e presidente provinciale della FIC, Luigi Lombardi, l’Istituto alberghiero “Angelo Celletti” di Formia.

L’importante appuntamento servirà non solo per celebrare la ricorrenza del Patrono dei cuochi, San Francesco Caracciolo, ma anche per sottolineare la responsabilità e i doveri di cui lo chef si deve investire per non deludere le aspettative di una società sempre più attenta ed esigente.

Temi tutti di grande interesse che saranno al centro del convegno moderato dalla giornalista Tiziana Briguglio, in programma alle ore 16, dal titolo: “Il ruolo dello chef come promotore di salute”. Tra i relatori: medici, professionisti della ristorazione e nutrizionisti, insieme per sottolineare quanto un corretto modo d’intendere la cucina, abbinato alla scelta di alcuni semplici ingredienti, possa contribuire al benessere della persona e dell’ambiente.

Una giornata all’insegna della formazione, della tradizione e dell’innovazione, animata anche da due appassionanti competizioni che vedranno allievi e professionisti gareggiare tra loro (ognuno nella rispettiva categoria) nella preparazione dei piatti migliori. Occasione, i due concorsi promossi ogni anno dalla Federazione nell’ambito dell’evento: la XIX edizione del Piatto Tipico Pontino e il IX concorso regionale: “La cucina laziale rivisitata in chiave moderna”. In tanti hanno aderito all’invito, accettando di sfidarsi ai fornelli secondo le nuove regole imposte dalle competizioni ufficiali nazionali. Culminerà la serata una cena a base delle eccellenze territoriali allestita dai tanti giovani cuochi emergenti che con orgoglio hanno deciso di farsi interpreti di un’eccellenza che è tutta italiana. Un momento di convivialità e condivisione molto importante per l’intera categoria prima di tornare a riunirsi in occasione del Natale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »