Il mercato arabo tira: le imprese pontine rispondono

Mag 27 • NEWS PRO, PRIMO PIANO • 767 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Si è tenuto nella giornata di ieri un importante momento di condivisione tra consulenti e imprenditori interessati al mercato arabo e in particolare alle esportazioni di prodotti nel comparto agroalimentare della provincia di Latina.

Green Model di Latina insieme a Bureau Veritas hanno incontrato decine di aziende della provincia di Latina interessate ad esportare i propri prodotti nel ricco mercato del Medio Oriente.

Aziende produttrici di olio, di sotto aceti di qualità, aziende casearie e tutto il settore agroalimentare si è mostrato molto sensibile a questa tematica. Oltre alle numerose aziende private è importante sottolineare la presenza della Camera di Commercio, della Cia (confederazione italiana agricoltori), la Coldiretti, il CNA di Latina ed il Biocampus.

“La provincia di Latina è piena di risorse di eccellenza nel campo dell’agroalimentare – ha affermato Luca Targa, responsabile di Green Model -. Bisogna dare gli strumenti giusti per poter entrare in mercati ad oggi poco conosciuti e la Certificazione Halal è sicuramente uno strumento potente per conquistare una fetta di mercato importante”.

“Bureau Veritas è leader a livello mondiale nella verifica e nella certificazione di sistemi di gestione – afferma Pierluigi Cavallo, Resp. Commerciale Lazio di Bureau Veritas -. Le Aziende dell’Agro alimentare devono trovare nuovi mercati, nuovi luoghi in cui poter offrire il proprio prodotto senza abbassare il proprio prezzo, anzi. Il nostro gruppo fornisce servizi di ispezione e controllo, verifica di conformità e certificazione. Il Medio Oriente ha “fame” di prodotto del Made in Italy e noi abbiamo la necessità di esplorare nuovi mondi”.

“Il Mondo islamico è complesso e bisogna stare alle loro regole, religiose e di cultura – afferma Roberto Passariello: Business Developer Food Sector Bureau Veritas Italia -. Una volta acquisita la Certificazione Halal per un proprio prodotto, che esso sia olio, mozzarelle, sottoaceti o dolci, il mercato arabo sarà pronto a recepirli perché il consumatore sarà sicuro che quel prodotto risponde ai dettami della propria fede islamica. Per le imprese è una grande opportunità da poter sfruttare anche in vista dell’EXPO 2020 che si farà a Dubai, negli Emirati Arabi”.

Didascalie
Foto1: Aziende e rappresentanti di categoria presenti alla Conferenza organizzata dalla Green Model
Foto 2 (da sx a dx in piedi): Pierluigi Cavallo, Resp. Commerciale Lazio di Bureau Veritas, Roberto Passariello: Business Developer Food Sector Bureau Veritas Italia, Luca Targa, responsabile di Green Model

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »