Il nuovo attesissimo appuntamento con Cerealia: Cecere e il Mediterraneo. A Roma a partire dall’8 giugno. Tutti gli eventi da non perdere.

Giu 7 • Arte e Cultura, PRIMO PIANO, REMINDER, SAPORI • 328 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Tutto pronto per la VII edizione  di Cerealia, La festa dei cereali. Cerere e il Mediterraneo,  il festival diffuso in programma a Roma  da giovedì 8 a domenica 11 giugno,  che si aprirà con una dedica speciale alla memoria del professor Silvio Moretti, biologo e grande sostenitore del Festival, prematuramente scomparso.

Promosso dalle associazioni culturali M.Th.I, Archeoclub d’Italia-Roma, Agroalimentare in Rosa e Prospettive Mediterranee, in collaborazione con enti e istituzioni nazionali ed internazionali, il festival Cerealia cerca di portare il suo contributo all’interscambio culturale tra i paesi del Mediterraneo focalizzando l’attenzione su alimentazione, ambiente, economia e sociale, nel variegato contesto che da sempre caratterizza il mondo dei cereali.

Ad impreziosire la manifestazione di quest’anno  l’indirizzo alla Comunità Europea  e ai 60 anni dei Trattati di Roma che il 25 marzo 1957 videro i rappresentanti di Italia, Germania, Francia, Olanda, Lussemburgo e Belgio, uniti nel voler perseguire un processo di integrazione fondato sull’avvio  di politiche economiche che costituiscono ancora oggi la base legale di molte decisioni prese dall’Unione per lo sviluppo degli stati membri.

A fare da filo conduttore il voler dare risalto al valore delle diversità che nutrono l’unicità del continente Europeo e alla sua capacità di dialogo, in particolare, con la sponda sud del Mediterraneo attraverso il cibo per eccellenza, i cereali, quale alimento centrale sulla mensa di tutti i popoli. Da qui, a  sottolineare le diverse giornate,  un fitto calendario di appuntamenti volti a coniugare i valori dell’Europa intorno ad un prodotto identificabile in tutte le sue regioni e dalla storia millenaria.

A far da cornice al ricco cartellone di  eventi, che si estenderà fino a novembre 2017, non solo il Lazio, ma anche Calabria, Lombardia, Puglia, Sicilia, Sardegna e Toscana.

A Roma, a comporre il programma saranno una fitta e articolata rete di iniziative.

Di grande rilevanza, per il particolare valore simbolico, la cerimonia inaugurale di giovedì 8 giugno alla Sala Pietro da Cortona, in Campidoglio, dove si potrà assistere al passaggio del testimone tra il Marocco (Paese ospite dell’anno passato) e l’Unione Europea.

Molto interessante il convegno promosso il 10 giugno con la collaborazione dell’Unaga – Argalam, presso la Tenuta Presidenziale di Castelporziano,  valido al fine dei crediti formativi riconosciuti dall’Ordine dei Giornalisti,  dove sarà affrontato il tema della cerealicoltura 4.0.

Tra gli appuntamenti anche la premiazione della seconda edizione del Certame Prenestino, competizione promossa dall’ITA “Emilio Sereni” di Roma e riservata agli studenti degli Istituti Agrari Italiani, gemellata con il Festival Europeo delle Vie Francigene,

All’Auditorium di Mecenate, il 9 giugno, si potrà invece assistere alla conferenza sul Turismo sostenibile, mentre  la Domus Romana, domenica 11 giugno, sarà la suggestiva ambientazione della serata dedicata all’Arte Bianca e alla raccolta fondi per la ricostruzione del paese terremotato di Grisciano.

L’Orzo, il cereale scelto per l’approfondimento di questa edizione del Festival, sarà al centro del convegno del 12 giugno, presso la sede dell’INSOR.

Non meno importanti  anche gli incontri, domenica 11 giugno, al Mercato Contadino di Capannelle dove si terranno i laboratori sulla filiera del latte, del grano e del miele, straordinariamente curati dall’Istituto zooprofilattico sperimentale di Lazio e Toscana

 

In tutto, in calendario, oltre quaranta eventi per i quali non si possono non ringraziare i partner tecnici e organizzativi, le istituzioni patrocinanti e gli sponsor che anche quest’anno hanno creduto nell’importanza di un festival così ambizioso.

Cerealia 2017 ha ricevuto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, dell’Ufficio in Italia della Commissione Europea, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e di numerose altre istituzioni pubbliche e private. La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche europee ha inserito l’evento nel Calendario delle iniziative istituzionali relativo al 60° anniversario dei Trattati di Roma. L’EFA (European Festivals Association) ha riconfermato a Cerealia l’EFFE Label 2017-2018, marchio dei festival europei di eccellenza.

Il programma dettagliato è disponibile sul sito della manifestazione: www.cerealialudi.org

 

Nella foto: le organizzatrici del Festival, Tiziana Briguglio e Paola Sarcina; la presidente del Comitato scientifico della Fondazione Bio Campus, Tiziana Zottola; il direttore dell’Istituto zooprofilattico sperimentale sperimentale di Lazio e Toscana (sede di Latina), Remo Rosati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »