Skin ADV

Oggetti e apparecchi che hanno inciso sui modi di vivere

Mar 4 • RUBRICHE, TECNOLOGIA • 677 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Il Grammografo
Il grammografo è stato il sistema di registrazione e, soprattutto di riproduzione di suoni più utilizzato dal 1870 fino agli anni ‘80 del ‘900.

Il Radiotelegrafo
Il radiotelegrafo rappresenta uno dei primi sistemi telegrafici italiani a distanza che funzionavano sfruttando questa proprietà: la deviazione dell’ago magnetico, influenzato dalla corrente prodotta nella stazione trasmittente, indicava nel ricevitore le lettere del messaggio trasmesso.

La Radio
L’invenzione della radio è frutto di una serie di esperimenti tenuti alla fine dell’Ottocento che dimostravano la possibilità di trasmettere informazioni tramite le onde elettromagnetiche. Negli anni ‘20 inizia a concretizzarsi l’idea di diffondere contenuti sonori alle masse: nasce la radio come mezzo di comunicazione di massa. Il termine tecnico per una tale diffusione è broadcasting, tale termine sta infatti ad indicare una comunicazione unidirezionale da uno verso molti.

La Televisione
La televisione, apparsa ufficialmente nelle case italiane per la prima volta nel 1954, quando il 3 gennaio dagli studi Rai di Torino cominciano le prime trasmissioni.
La prima televisione è specialmente strumento di informazione e educazione e solo in piccola parte di intrattenimento.

Il Telecomando
È ancora per molte famiglie il simbolo del controllo, lo scettro del potere, entrato nella cultura popolare di tutte le ultime generazioni come un oggetto immutabile. In Italia il primo telecomando a filo di cui si ha notizia risale al 1953 e fu inventato da    per manovrare un motoscafo giocattolo per il figlio; era di dimensioni contenute (circa 30 x 8 x 8 cm), dotato di sei batterie a torcione e due leve per governare il movimento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »