Skin ADV
  • Ricoh Theta
  • Ricoh Theta
  • Ricoh Theta
  • Ricoh Theta
  • Ricoh Theta

Ricoh ricomincia da Theta

Set 14 • PRIMO PIANO, TECNOLOGIA • 506 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

di Ettore Mazzitelli, corrispondente da Milano per IP Magazine

Arriverà presto in Italia il nuovo oggetto del desiderio firmato Ricoh: Theta.
Difficile darle un un nome: fotocamera, videocamera, action camera… Oltre a essere tutte queste cose, permette scattare foto e di riprendere filmati a 360 gradi.

La tecnologia non è nuova, ma innovativo è l’approccio all’utilizzo e la facilità di manovrare questo simpatico coso. I principali difetti delle riprese di questo genere sono da sempre l’effetto fisheye, ovvero le immagini che sembrano quelle percepite attraverso una boccia di vetro piena d’acqua, e la zona morta della ripresa, spesso rappresentata da un cerchio nero. Nella Theta le immagini sono meno deformate tra quelle finora viste, mentre la zona morta è ridotta a un piccolo segmento bianco, spesso non percepibile.
La parte più divertente però resta la visione di foto e filmati “navigabili” in tutte le direzioni. Lo sciatore che scende dalla pista può ora rivedersi da tutte le angolazioni. E che dire delle foto degli appartamenti in ve

ndita on-line, finalmente visibili come se si fosse dentro ogni stanza!
Ovviamente gli utilizzi saranno i più disparati, dallo sport alla promozione turistica. Anche se il massimo si ottiene a bordo di un drone.
Il prezzo su strada dovrebbe attestarsi intorno ai 300 euro, anche se a oggi negli USA si vende on-line a 450 dollari, 350 per un modello usato e ben tenuto.
Da mettere nella wishlist del Natale di grandi e piccini. Che sicuramente litigheranno per giocare con la Theta.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »