Skin ADV

Studiare al San Benedetto, una scelta di cuore e di testa

Dic 12 • NEWS PRO • 1055 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Il Dirigente dell’Istituto di Borgo Piave presenta l’offerta formativa, le novità, ed il clima che si respira in una delle scuole più longeve del territorio pontino

La fondazione dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente “San Benedetto” di Latina, sede di Borgo Piave, fu caldeggiata, a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta,  dall’allora vigente “Cassa per il Mezzogiorno” e dal Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste: doveva rappresentare un polo di formazione professionale specializzato per l’agricoltura. Sotto la guida del suo primo preside, Pietro Neri, l’Istituto acquisì sempre maggiore prestigio e con il passare degli anni, ha subito modifiche e variazioni di pari passo con l’evoluzione dell’istruzione professionale; introduzione dall’anno scolastico 1969/70 del Corso per Agrotecnico; nel 1975 fu istituita la sezione per Preparatore di Laboratorio Chimico e Microbiologico. Dal 1° settembre 2005, il prof. Nicola Di Battista, ingegnere chimico, è stato nominato Dirigente dell’Istituto. Il nuovo Dirigente ha ulteriormente ampliato l’offerta formativa avviando i corsi didattici per Operatore Agroindustriale ed Operatore Agrituristico. “Abbiamo raggiunto quota 1700 studenti: i miei primi pensieri ogni giorno sono rivolti ad assicurare loro sicurezza e benessere”, ha spiegato proprio Di Battista, aggiungendo come l’istituto abbia rappresentato, per oltre mezzo secolo, “una realtà importante per la formazione dei ragazzi in campo agrario e chimico, ed ora anche nell’alberghiero. Adesso, però, le sfide del futuro passano tutte attraverso la piena attuazione della Riforma degli Istituti Tecnici e Professionali”.

Perchè, secondo Di Battista, un ragazzo dovrebbe scegliere di iscriversi al San Benedetto? “Nell’orientamento cerchiamo dapprima di dare le informazioni di base necessarie per decidere se venirci a vedere poiché abbiamo un’ampia offerta formativa difficilmente descrivibile “a distanza”. La scelta poi però deve essere di cuore e di testa: la prima garantisce che la passione dimezza lo sforzo mentre la seconda gravita intorno alle opportunità di lavoro. Ormai l’informazione, intesa come contenuti disciplinari, è disponibilissima, il che non significa che oggi sia più semplice generare un apprendimento permanente, anzi il contrario. Il nostro sforzo continuo pertanto è nella ricerca di  valore aggiunto nel metodo, nelle relazioni con il territorio e nel cercare di realizzare una scuola da vivere pienamente. Pochi istituti infatti possono disporre di convitto, mensa e laboratori specializzati, il tutto immerso nel verde”. Inoltre, qualche novità bolle in pentola… “Stiamo lavorando alla costituzione di un Comitato Tecnico Scientifico composto da personale della scuola e da referenti delle aziende che avrà come compito principale la realizzazione della sinergia tra formazione scolastica e imprese del territorio attraverso la determinazione dei fabbisogni professionali e formativi delle aziende, progetti di alternanza scuola lavoro e una migliore efficacia nella organizzazione degli spazi di autonomia e flessibilità a disposizione della scuola”.

 

L’OFFERTA FORMATIVA DEL SAN BENEDETTO


Uno studente può scegliere tra istruzione Tecnica o Professionale: il Tecnico Chimico attualmente ha l’articolazione “Biotecnologie Sanitarie” e sono state richieste le ulteriori articolazioni “Biotecnologie Ambientali” e “Chimica dei Materiali”; il Tecnico Agrario è presente nell’articolazione “Produzioni e Trasformazioni”; il Professionale per l’Industria e l’Artigianato è presente con l’articolazione “Industria”; Il Professionale per i Servizi, l’Agricoltura e l’Ambiente per il quale sono stati richieste le ulteriori articolazioni “Valorizzazione Commercializzazione dei Prodotti Agricoli del Territorio” e “Gestione Risorse Forestali”; Il Professionale per i Servizi Enogastronomico ha l’articolazione “Enogastronomia” e sono stati richieste le ulteriori articolazioni “Servizi di Sala e Vendita” e “Accoglienza Turistica”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »