LOADING

Type to search

Primo piano Sport

Il miracolo di Ranieri: Leicester City campione d'Inghilterra

Redazione Mag 5
Share

Salvatosi per il rotto della cuffia dalla retrocessione lo scorso anno, il piccolo grande club inglese allora guidato da Pearson si è poi visto affidare nelle mani del romano Claudio Ranieri, verso il quale non erano riposte molte speranze data l’infelice esperienza come c.t. della Grecia.

Invece, contro ogni pronostico, il tecnico è riuscito a condurre la squadra fino alla fine del campionato inglese e poi alla vittoria: ieri sera, dopo il risultato del 2 – 2 tra Tottenham e Chelsea, i Foxes hanno guadagnato il primo posto nella Premier League con 7 punti di vantaggio dalla seconda e due giornate di anticipo.

Un miracolo nella storia del calcio inglese e un’enorme rivincita per l’allenatore Ranieri che, in realtà, a parte la defiance con la Grecia si è distinto in Italia come all’estero. Nel corso della sua carriera ha guidato squadre italiane come Napoli, Fiorentina, Roma, Inter e Juventus per poi volare sulle panchine di Valencia, Atletico Madrid e Chelsea, portando a casa una Coppa Italia, una Supercoppa italiana, una Coppa di Spagna e una Supercoppa Uefa.

Festeggia, quindi, il mito Ranieri, supportato dal grande calore e dall’estremo entusiasmo dei tifosi delle Foxes e dello stesso sindaco di Leicester Peter Soulsby che intende intitolargli una strada della città.

«Più che una dedica vorrei dire che ho sempre pensato che prima o poi lo scudetto lo avrei vinto. Sono lo stesso uomo mandato via dalla Grecia. L’unica dedica che posso fare a tutti quanti è dirgli di crederci. Provateci non solo nel calcio, ma in tutti i campi della vita. Il gol di Hazard? Sono saltato, è normale. Il futuro? Resto a Leicester, è stato un anno incredibile».

Tags: