A Gaeta il Natale del Cuoco e la consegna del prestigioso collare del Collegium Cocorum

Dic 11 • SAPORI • 172 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Aria di festa per gli oltre 300 chef della provincia di Latina che stasera si ritroveranno a Gaeta per il tradizionale “Natale del Cuoco”. Un evento unico nel suo genere, impreziosito in questa edizione dalla consegna del collare del Collegium Cocorum, l’onorificenza rilasciata dalla Federazione Italiana Cuochi alle Berrette bianche che operano da oltre venticinque anni nell’Arte Culinara, onorando sempre e ovunque la tradizione e il prestigio della cucina italiana. Dunque una serata molto particolare, fortemente voluta dal vicepresidente regionale e presidente provinciale della FIC Luigi Lombardi, che vedrà le meravigliose sale dell’Hotel Serapo far da cornice all’evento.

Sei i professionisti che riceveranno l’ambizioso riconoscimento. Nel’ordine: Marco Bisleti, Massimo Cappellanti, Cesare Di Russo, Carlo Tanoni, Andrea Vittori e la lady chef Orietta Di Lieto.

Con loro veri e propri ambasciatori del gusto “made in Italy” che nel corso di quest’anno hanno implementato il già nutrito medagliere dell’Associazione piazzandosi ai primi posti nelle varie competizioni riservate alle categoria. Da non dimenticare anche il grandissimo successo registrato nella IX edizione di Vinicibando, così come per il 29° Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi che si è recentemente svolto a Napoli nella splendida cornice della Mostra d’Oltremare.

Professionisti che per non deludere le aspettative di una società sempre più attenta ed esigente, sono capaci di trasformare le cucine in vere e proprie fucine del gusto in cui la sensibilità e la maestria si esprimono nel saper sapientemente coniugare i vecchi sapori con i nuovi saperi per dar vita a piatti salutari, innovativi ed emozionanti.

Sensazioni che gli ospiti potranno ritrovare nella cena gourmet elaborata per sottolineare la sontuosità della serata e la sintesi dell’eccellenza dei suoi interpreti, servita per l’occasione dagli allievi dell’Istituto alberghiero “Angelo Celletti” di Formia.

In cucina ad affiancare Alessandro Vecchio, executive chef dell’Hotel Serapo, una brigata d’eccezione composta da alcuni dei migliori interpreti della gastronomia laziale: Claudio Petrolo (Ristorante Claudio Petrolo- Gaeta), Danilo Prota ( Ristorante Danì – Formia), Roberto Grossi e Luca Salvatore ( (Ristorante Evans – Cassino ), Francesco Palombo (Ristorante Sfumature Gourmet – Cassino), Biagio Esposito e Simone Marini (Hotel Mediterraneo e Hotel River Palace – LT), Daniela Marrocco ( Ristorante La concordia – Fondi). Ad estasiare il palato: Aperitivo di benvenuto; Sciabola in carrozza con maionese di broccoletti e provola affumicata; Ravioli di pesce di scoglio e zucca con guazzetto di frutti di mare; Carnaroli affumicato con frutti rossi gamberi e burrata; Baccalà in olio cottura con spugna alla nocciola e acqua di pomodoro Torpedino; Dessert al Profumo Invernale. Il tutto accompagnato dai vini della cantina Casale del Giglio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »