LOADING

Type to search

News pro Primo piano Sapori

Al via oggi "Cerealia. Cerere e il Mediterraneo"

Redazione Giu 6
Share

Sarà il rito delle vestali ad inaugurare questo pomeriggio, all’Ara Pacis Augustae, nello stesso giorno in cui l’antica Roma celebrava la festa dei pistores: “Cerealia. Cerere e il Mediterraneo”, il festival culturale dedicato al mondo dei cereali, promosso da M.Th.I. e ArcheoClub d’Italia, sede di Roma, in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica di Croazia, l’Ente del Turismo Croato, Casa Croata.
Inserita negli eventi di Expo Lazio 2015, Cerealia è una manifestazione dal respiro internazionale che punta all’interscambio culturale dei popoli del Mediterraneo.

Tema di questa quinta edizione, patrocinata da “Expo Milano 2015”, MIPAAF, MIBACT e Ministero degli Affari Esteri, è: “La donna e i cereali: i semi della vita”.

A costituire l’elemento “romano” che caratterizza ogni edizione della festa, gli antichi rituali delle Vestali e dei Ludi di Cerere, rievocati in forma scenica sulla scalinata esterna dell’Ara Pacis Augustae, di fianco alla fontana.

Alle ore 17:00, dunque, il rito della consacrazione a Vesta della mola salsa e, alle 18, all’interno dell’auditorium, la cerimonia ufficiale di apertura del festival con il passaggio del testimone tra Cipro e la Croazia. A seguire la conferenza: “Sulle sponde dell’Adriatico: i rapporti culturali e politici tra Italia e Croazia”. Protagonisti dell’evento l’ambasciatore croato Damir Grubisa e il presidente dell’Archeoclub d’Italia Romolo Augusto Staccioli.

Il Concerto offerto dall’Ambasciata della Repubblica di Croazia con le giovani interpreti Biljana Kovač (contralto) e Vedrana Kovač (pianoforte), chiuderà la cerimonia gemellata con il Festival delle IDI Adrianensi di Tivoli – Ass.ne Villa Adriana Nostra.

Cultura, ambiente, territorio, società, economia, alimentazione e turismo, saranno le tematiche affrontate dal festival, in programma fino al 12 giugno, attraverso convegni, performance artistiche, degustazioni, mostre, visite guidate e corsi di formazione professionale per giornalisti (il 10 giugno, alle 9, alla libreria L’Universale) e agronomi (11 giugno, ore 9,30, Museo di Porta San Paolo).

A far da cornice agli eventi non solo musei e siti archeologici di Roma, ma anche scuole di specializzazione, ristoranti, teatri e mercati contadini.

A spiccare, tra questi, oltre l’Ara Pacis Augustae, gli scavi di Ostia Antica, il Museo di Porta S. Paolo e l’area archeologica della Piramide di Caio Cestio. Seguono: il Centro Studi CTS, il Centro Culturale L’Universale e il Gustolab International Institute for Food Studies. Iniziative anche ai mercati contadini di Campagna Amica al Circo Massimo e Capannelle, alla Domus Romana e al Teatro Sala Uno.

Ad ospitare gli Show cooking dedicati alla pasta, al riso, al mais e ai cereali minori: Chinappi, Pasta Asciutta, Bibliothè e OneDayChef.

Altri appuntamenti, oltre che a Roma, saranno previsti anche a: Tarquinia (9-10-11 giugno), Vibo Valentia (9/12 giugno), Altino (20 giugno), Gualdo Cattaneo (21 giugno), Bovino (16 maggio), Minervino Murge (18/20 settembre).

Intento di Cerealia, nell’anno dell’Expo, quello di valorizzare la riscoperta dei territori e salvaguardare l’importanza della terra e delle culture autoctone.

Da qui la dedica degli organizzatori, insieme al Mercato Contadino Castelli Romani e Capannelle, al mugnaio Silvio Paoselli, morto suicida per difendere il suo mulino e la sua dignità di agricoltore.

Il programma dettagliato di Cerealia è disponibile sul sito del festival: www.cerealialudi.org

Tags:

You Might also Like