LOADING

Type to search

Tecnologia

Elon Musk, perché hai spedito una Tesla nello spazio?

Redazione Feb 2
Share

Mercoledì 6 febbraio è stata spedita nello spazio una Tesla roadster rossa simbolo del volo inaugurale del potentissimo razzo Falcon Heavy, con al volante Starman, il manichino vestito da astronauta, che saluterà Marte l’8 giugno da oltre 100 milioni di km di distanza. E’ la SpaceX, la compagnia aerospaziale privata del magnate sudafricano naturalizzato americano Elon Musk, ma perché spedire una vettura fra le stelle? Che senso ha? La prima e più evidente ragione è di tipo promozionale. Come indicato, Musk è il proprietario di SpaceX e Tesla, e di certo non poteva immaginare spot congiunto più azzeccato per i suoi brand, in particolar modo per quello automobilistico. I calcoli indicano che l’auto rosso ciliegia rischia seriamente di ‘sbandare’, ma questo avverrà tra milioni di anni, quando potrebbe essere ingoiata dal Sole oppure scagliata fuori dal Sistema Solare. La Tesla è “sulla traiettoria prevista inizialmente da Space X, e non è diretta verso la fascia degli asteroidi, come indicavano i calcoli fatti subito dopo il lancio”, ha detto Jonathan McDowell, dell’americano Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics. “Calcolare la traiettoria di un oggetto artificiale in orbita è molto complesso e si possono fare errori” ha detto Ettore Perozzi, esperto di meccanica celeste dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *