LOADING

Type to search

Il Premio Internazionale EVO&EVA – L’olivo nella cosmesi naturale

Made in Italy News pro NEWS PRO Primo piano PRIMO PIANO

Il Premio Internazionale EVO&EVA – L’olivo nella cosmesi naturale

Share

Il Premio Internazionale EVO&EVA – L’olivo nella cosmesi naturale, ideato e promosso dall’Associazione Nazionale Donne dell’Olio in collaborazione con C.I.Bi. Consorzio Italiano per il Biologico- Premio Biol, si fregia di un nuovo importante patrocinio: quello conferito dal Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA), il principale Ente di ricerca italiano dedicato alle filiere agroalimentari.

Da sempre impegnato nella gestione sostenibile delle produzioni agroalimentari nello spirito dei principi dell’economia circolare, della bioeconomia e del trasferimento dell’innovazione, il CREA ha riconosciuto questi valori nel progetto EVO&EVA, nato con l’intento di diffondere la conoscenza delle molteplici proprietà possedute dalle sostanze derivanti dall’olivo e contribuire allo sviluppo delle aziende olivicole e cosmetiche incentivando l’utilizzo di formulazioni che contengano sostanze attive funzionali provenienti da questa portentosa pianta.

Il patrocinio di CREA si aggiunge alle importanti collaborazioni siglate dal Premio Internazionale EVO&EVA con enti e istituzioni, tra cui ISPE – Institute of Skin and Product Evaluation, l’Università degli Studi di Bari Aldo MoroBDIH (Associazione federale dell’industria tedesca e del commercio di prodotti farmaceutici, prodotti per la salute, integratori alimentari e per la cura personale) e IED – Istituto Europeo di Design.

Il Premio Internazionale EVO&EVA intende dare visibilità ai migliori prodotti cosmetici naturali e biologici a base di materie prime derivanti dall’olivo presenti sul mercato, in particolar modo nelle categorie crema corpo, crema viso e crema mani. Possono partecipare al concorso prodotti cosmetici finiti – con o senza la certificazione naturale o biologica – nella cui formulazione sia presente uno o più ingredienti derivanti dall’olivo. Vietati ingredienti come siliconi, parabeni, coloranti, profumi e materie prime di origine petrolchimica.

Una qualificata giuria di esperti valuterà i candidati e assegnerà riconoscimenti al primo e secondo classificato per ogni categoria, analizzando la naturalità delle formulazioni e le proprietà sensoriali. Un collegio dedicato, in partnership con IED – Istituto Europeo di Design, giudicherà invece i migliori packaging in concorso. Tra i premi speciali si annovera quello riservato alle aziende agricole che hanno avviato una produzione di cosmetici e quello destinato al prodotto più rappresentativo sotto il profilo della ricerca e dell’innovazione, capace di esaltare al meglio le componenti derivanti dall’olivo.

Le iscrizioni chiuderanno il 28 maggio 2021.

Il bando e il regolamento del concorso sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione: http://www.evoeva.it/. Per maggiori informazioni: info@evoeva.it

L’elenco completo delle sostanze non ammesse è disponibile nella scheda n.1 allegata al regolamento.

Associazione Nazionale Donne dell’Olio

L’Associazione Nazionale Donne dell’Olio, costituita nell’aprile del 2000, su iniziativa di alcune produttrici di olio di oliva, ha come finalità la promozione della cultura e della conoscenza dell’arte olivicola e olearia. La presenza al suo interno di una pluralità di esperienze e di competenze stimola la promozione di iniziative in molteplici ambiti, anche favorendo occasioni di incontro e collaborazione ampie e articolate fra operatori, esperti, professionisti e consumatori.

C.I.Bi. – Premio Biol

C.I.Bi, Consorzio Italiano per il Biologico, nasce nel 1993 dall’esigenza maturata da un gruppo di imprenditori agricoli e di tecnici di valorizzare la qualità delle produzioni agroalimentari attraverso la certificazione bio. Per il raggiungimento di questi scopi ha dato vita ad una struttura tecnica per i controlli, le certificazioni di prodotto e l’applicazione di marchi collettivi di garanzia di qualità, tipicità e origine dei prodotti agricoli ed agroalimentari, raggiungendo, grazie al PREMIO BIOL, giunta alla sua XXV edizione, un elevato grado di specializzazione nell’olio di oliva biologico.

Tags:

You Might also Like