LOADING

Type to search

LA “NUOVA” RIVALUTAZIONE DEI BENI D’IMPRESA, un’occasione vantaggiosa per Patrimonializzare l’azienda, IMPRESA approfondisce il tema in un Focus Webinar.

Associazioni InImpresa Primo piano

LA “NUOVA” RIVALUTAZIONE DEI BENI D’IMPRESA, un’occasione vantaggiosa per Patrimonializzare l’azienda, IMPRESA approfondisce il tema in un Focus Webinar.

Share

IMPRESA approfondisce il tema in un Focus Webinar

IMPRESA l’Associazione dell’Industria e delle Piccole e Medie Imprese, aderente al sistema delle Confcommercio, ha organizzato insieme all’associata Nexumstp Spa e con la partecipazione della Banca Popolare di Fondi nella persona del suo Direttore Generale Dott. Gianluca Marzinotto, un Focus Webinar, che si terrà il giorno giovedì 11 febbraio 2021 alle ore 17.00, dal titolo: LA “NUOVA” RIVALUTAZIONE DEI BENI D’IMPRESA, un’occasione vantaggiosa per Patrimonializzare l’azienda. Relatori del Focus saranno: Marco Nardini – Partner Nexumstp, Lucrezia Iuliano – Nexumstp, Gianluca Marzinotto – Direttore Generale della Banca Popolare di Fondi, Giampaolo Olivetti – Presidente IMPRESA, moderatore Saverio Motolese – Direttore Generale IMPRESA.

Le parole del Presidente d’IMPRESA Giampaolo Olivetti: “l’imprenditore deve tenere monitorati, nella gestione aziendale, alcuni parametri fondamentali: la capacità dei flussi di cassa di coprire adeguatamente il debito e gli investimenti; la redditività aziendale in modo tale da consentire di sostenere gli oneri finanziari; la coerenza del debito con le dimensioni dei mezzi propri dell’azienda.


Presidente Impresa Olivetti – Direttore Generale BPF Marzinotto

Ma il parametro da costruire meticolosamente se si desidera accedere al finanziamento bancario oggi e anche nel futuro, è quello della “patrimonializzazione”, vale a dire la capacità che un imprenditore ha di fare esso stesso da banca per la propria azienda.

La vera garanzia per le banche quindi non è più rappresentato dal valore espresso dagli immobili, ma dalla correlazione che gli imprenditori sono in grado di costruire tra la capacità di incassare i crediti in tempi e modi certi generando flussi di cassa positivi, e la volontà di applicare una strategia mirata all’aumento del capitale.

Patrimonializzare quindi deve fare parte di una strategia vera e propria.” La “nuova rivalutazione dei beni d’impresa”, che sarà approfondita nel Focus Webinar, riproposta dall’art. 110 del Decreto Agosto, ha l’obiettivo di aiutare le società a patrimonializzarsi, ma a costi decisamente ridotti. La norma offre, inoltre, notevoli opportunità di risparmio fiscale.

Le società di capitali e gli enti commerciali residenti nel territorio dello Stato possono rivalutare beni materiali e immateriali e le partecipazioni: terreni, fabbricati, impianti, macchinari, attrezzature, marchi, brevetti, partecipazioni in società controllate e collegate.

Il costo dell’operazione risulta ridotto; infatti, per il riconoscimento fiscale della rivalutazione, l’imposta sostitutiva dovuta è pari al 3% nelle “versioni” precedenti il valore dell’imposta era del 10 -12%; inoltre è prevista la possibilità di operare la rivalutazione anche su un singolo bene senza dover necessariamente rivalutare tutti i beni appartenenti alla stessa categoria. “È molto importante – aggiunge Saverio Motolese Direttore Generale d’IMPRESA – che gli imprenditori colgano appieno questa opportunità che permette a costi vantaggiosi un incremento del patrimonio dell’azienda, contribuisce a facilitare l’accesso al credito, riduce il costo del denaro migliorando il rating.

Le PMI in particolare, per raggiungere obiettivi di crescita dimensione e di sviluppo, necessitano di un grosso “polmone finanziario” il quale, quando i soci non sono disposti a ricapitalizzare l’azienda, dipende dalla decisione delle banche creditrici di attivare, o meno, operazioni di finanza straordinaria. L’espansione aziendale basata sul continuo ricorso all’indebitamento, però, può portare l’impresa in un’area di rischio elevato. Il ricorso alla patrimonializzazione garantisce “per via interna” l’opportunità per sostenere l’ampliamento e lo sviluppo dell’azienda nel rispetto dell’equilibrio patrimoniale.”

Tags:

You Might also Like