LOADING

Type to search

Arte e Cultura Expo Primo piano Turismo

Non solo Expo: la (nuova) Darsena

Share

di Ettore Mazzitelli, corrispondente da Milano per IP Magazine

 

Oltre all’Expo c’è il resto della città di Milano, che in questi giorni offre tra le migliori condizioni climatiche per una visita. Sole caldo, brezza fresca, clima asciutto e… pochissime zanzare!
Dopo la Fiera delle Fiere, è d’obbligo una passeggiata lungo i Navigli e la nuova Darsena, riportata a un nuovo splendore, dopo un decennio di vergognosa incuria.

In questa zona il tempo sembra essersi fermato: basti fare un salto nella viuzza che conduce presso un grazioso lavatoio d’epoca. Non dimentichiamo che il sistema dei navigli metteva in comunicazione il lago Maggiore, quello di Como e il basso Ticino aprendo al capoluogo lombardo le vie della Svizzera e dell’Europa nordoccidentale, dei Grigioni e dell’Europa nordorientale e, infine, quella del Po verso il mare. Milano un tempo era una Venezia sul mare, persone e merci andavano e venivano proprio grazie alle vie d’acqua, fin dal XII secolo.


Come arrivare
: il modo migliore per visitare la Darsena sono poche fermate del tram 3 dal Duomo (Metro 1 e 3) o una passeggiata di venti minuti partendo da via Torino.

È anche possibile scendere alle fermate della metro 2 Sant’Agostino o Porta Genova, ma c’è comunque un breve tratto di strada a piedi di circa 10 minuti.
L’auto è assolutamente sconsigliata per l’estrema difficoltà di parcheggio della zona.

Tags:

You Might also Like