Ricostituita la Condotta del Golfo: Slow Food è di nuovo operante nelle città del Sud-Pontino.

Apr 18 • SAPORI • 1344 Views •

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Sperlonga, Gaeta, Itri, Campodimele e Formia costituiscono l’ambito territoriale entro il quale sarà possibile una nova azione di riscoperta e valorizzazione della biodiversità. Il nuovo comitato di condotta è costituito da cinque delegati: Paola Mitrano, Scherzerino La Rocca, Francesco Fierro, Giorgia Simeone e Giuseppe Nocca, quest’ultimo con funzione di fiduciario.

Accanto al comitato istituzionale operano un gruppo più ampio di soci, con forte componente giovanile, cui sono stati affidati incarichi attinenti la comunicazione ed i network, la biodiversità, i mercati della terra, i rapporti con i produttori ed i ristoratori: Marco Simeone, Angelo Bianchi, Fabiana Simeone, Roberto Capirchio, Francesco Capirchio, Valerio Pelliccia, Erasmo Rossini, Giancarlo Simeone, Riccardo Santonocito, Giulio Marrone; Forte è l’interesse per la biodiversità locale ancora tutta da valorizzare sia per quanto attiene i prodotti della terra (pomodoro Spagnoletta, oliva bianca di Gaeta, cicerchia di Campodimele, pomodori da serbo, vitigni locali), ma anche i prodotti ittici “dimenticati” perché ritenuti di scarso valore commerciale.

La condotta si propone di valorizzare questo immenso patrimonio locale attraverso l’attivazione dei mercati della terra, corsi di formazione e di divulgazione, degustazioni a tema, attivando ove possibile, sinergie con le amministrazioni locali, ristoratori ed agricoltori al fine di sensibilizzare il consumatore verso un cibo pulito, sicuro e non globalizzato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInBuffer this pageEmail this to someone

Articoli Correlati

Comments are closed.

« »