LOADING

Type to search

Arte e Cultura Primo piano

Roma racconta il suo patrimonio con "Luce sull'archeologia". Domenica 15 marzo il 4° appuntamento al Teatro Argentina

Redazione Mar 3
Share

Dopo il grande successo degli incontri precedenti della rassegna Luce sull’Archeologia, che hanno visto gremire il Teatro Argentina di un pubblico variegato e di tutte le età, ritorna l’appuntamento con l’“antico”, tra storia e arte, narrato da studiosi e attori. Domenica 15 marzo (ore 11), a portare in scena all’Argentina il racconto della grandezza e della storia del Foro Romano saranno gli interventi di Filippo Coarelli (archeologo e Professore emerito di Storia Romana e antichità greche e romane all’Università di Perugia), e Patrizia Fortini (direttore degli Scavi di Antichità al Foro Romano e Palatino, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma), mentre Lucia Mascino leggerà brani da Ab Urbe condita di Livio. L’incontro, dal titolo “Il Foro Romano: dalle origini alle invasioni barbariche”, sarà un lungo viaggio che ci accompagnerà nel cuore di Roma.

Gli appuntamenti continuano il 29 marzo (ore 11) con “I Teatri di Pompeo, Marcello e Balbo”, i grandi teatri di pietra del Campo Marzio perfettamente integrati nel tessuto cittadino e vero simbolo del potere e della comunità. Intervengono Andrea Carandini (archeologo e professore emerito nelle Università di Siena e di Roma La Sapienza) e Claudio Parisi Presicce, mentre Maddalena Crippa legge brani da Truculentus e Pseudolus di Plauto.

Si prosegue il 12 aprile (ore 11) con l’incontro dedicato al troppo spesso dimenticato mondo delle grandi donne imperiali romane tra I sec. a.C e II secolo d.C., “Le donne di “potere” nella Roma imperiale”, un tributo di intelligenza, poesia e bellezza. Intervengono Francesca Cenerini (professoressa di Storia delle donne nel mondo classico e Storia sociale del mondo antico presso l’Università di Bologna), Andreas M. Steiner (direttore editoriale di Archeo e Medioevo), mentre Iaia Forte legge versi della poetessa romana Sulpicia e brani da Pro Caio Celio di Cicerone.

Chiude la rassegna l’incontro del 19 aprile (ore 11) dal titolo “La reggia di Nerone. L’ultimo imperatore della dinastia giulio-claudia” per un ritratto dell’imperatore che ha lasciato al mondo la reggia più sontuosa di tutti i tempi. Intervengono Fedora Filippi (direttrice scientifica della Domus Aurea per la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma dal 2009 al 2014), Eugenio La Rocca (professore di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana a La Sapienza – Università di Roma, già Sovrintendente ai Beni Culturali del Comune di Roma), mentre Roberto De Francesco legge brani dagli Annales di Tacito e da Vite dei Cesari di Svetonio.

Luce sull’Archeologia è la rassegna di sette incontri al Teatro Argentina in programma fino al 19 aprile (ore 11), con i quali il Teatro di Roma, in collaborazione con la Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, racconterà Roma, la sua grandezza e la sua storia, oltre che la ricchezza e l’unicità del suo straordinario patrimonio archeologico e dell’immaginario contenuto nei “frammenti” della città antica.

Un passato che torna nel presente attraverso un ciclo di sette incontri ad ingresso libero dal titolo Luce sull’Archeologia per regalare emozioni, scoperte e conoscenza, contribuendo alla valorizzazione e alla tutela del nostro patrimonio da custodire e tramandare come traguardo di cultura.

INFO TEATRO DI ROMA
Ufficio promozione Teatro di Roma: tel. 06.684.000.346
 www.teatrodiroma.net

Tags: