LOADING

Type to search

UNINDUSTRIA “PREMIO ITWIIN 2021” PER FACILITARE PRESENZA DONNE NELL’IMPRENDITORIA E NELLA RICERCA

Associazioni DALLE ASSOCIAZIONI News pro Primo piano PRIMO PIANO

UNINDUSTRIA “PREMIO ITWIIN 2021” PER FACILITARE PRESENZA DONNE NELL’IMPRENDITORIA E NELLA RICERCA

Redazione Nov 11
Share

Facilitare e far emergere il talento femminile, valorizzando ancora di più il fondamentale contributo delle donne all’innovazione, alla creatività e all’invenzione nel mondo della ricerca, dell’impresa, della formazione. Di questo si è parlato oggi al Convegno “dalla ricerca allo sviluppo d’impresa. Premio ITWIIN 2021”, organizzato dall’Associazione italiana ITWIIN Donne inventrici e innovatrici in collaborazione con Unindustria e Steamiamoci, all’interno della Settimana della Cultura d’Impresa e con il patrocinio della Regione Lazio.

“Nella Regione Lazio, guardando agli anni 2019/2020, le ragazze iscritte negli atenei erano il 54% del totale (contro il 56% della media nazionale nello stesso anno). In particolare, le studentesse alle facoltà STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) erano il 38% degli iscritti totali (in linea con il 37% della media nazionale), ponendo la Regione Lazio davanti ad Emilia-Romagna (37%), Lombardia (34%) e Piemonte (34%); ha dichiarato il Presidente di Unindustria Angelo Camilli. Le analisi fanno emergere quanto ancora sia necessario adoperarsi per raggiungere la parità di genere nei corsi STEM e, allo stesso tempo, i dati ci mostrano quanto le iscrizioni a questi corsi di laurea da parte delle donne siano state in crescita nel periodo pre-Covid.L’esistenza, quindi, di questo trend positivo rappresenta un terreno fertile per continuare ad attuare attività mirate per ridurre tale fenomeno.”

“La partecipazione delle donne alla costruzione di un nuovo modello di sviluppo per il nostro Paese è una sfida cruciale del nostro tempo – ha commentato Paolo Orneli Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start-up e Innovazione della Regione Lazio – il Lazio vuole essere appieno parte di questa sfida: siamo la Regione in Italia con il più alto numero di addetti in R&S in rapporto alla popolazione, con la maggiore spesa pubblica in ricerca rispetto al Pil e con il più alto tasso di occupati nei settori ad alta innovazione tecnologica; siamo poi primi come tasso di crescita delle imprese femminili e abbiamo una media migliore di quella europea nella presenza femminile nella ricerca scientifica. Da qui occorre partire anche grazie alle risorse del Pnrr e della nuova programmazione unitaria 2021-2027, per aumentare l’apporto delle donne al collegamento strategico tra mondo delle università e ricerca e sistema produttivo, promuovere la riduzione del gender gap e la conciliazione dei tempi di vita e lavoro con sempre maggiori investimenti e servizi per le donne.”

“Itwiin è una realtà che opera da 15 anni valorizzando le donne di talento, manifestato con invenzioni, idee ed innovazioni nell’ambito delle Stem e delle discipline umanistiche, del design, della musica; ha dichiarato la Presidentessa Francesca Romana Grippaudo.

In questi anni molte vincitrici sono riuscite a realizzare i loro progetti, grazie al valore aggiunto proveniente dall’affermazione in uno dei nostri premi che spesso, si è dimostrato un volano per nuovi contatti sfociati in opportunità professionali, finanziamenti, e creazione d’impresa. Le diverse professionalità che ruotano intorno ad Itwiin contribuiscono a rafforzare il network di competenze, diffondendo le conoscenze in ambito brevettuale e dei marchi.”

Tra i vari contributi della giornata dei lavori, ricordiamo quelli di Alessandro Francolini, Vicepresidente di Unindustria e Valeria Giaccari Presidente comitato imprenditoria femminile CCIAA di Roma e coordinatrice per il Lazio della rete nazionale STEAMiamoci.

Le vincitrici del Bando: Miglior Inventrice 2021 Francesca Varvello; Miglior Innovatrice 2021 Gea Oliveri Conti; Capacity building Giulia Cazzamali; Alta formazione ex aequo Angela Anna Messina e Olga Bruno; Donna particolarmente creativa ex aequo Valentina Dell’Oste e Daria Maccora; Giovane Innovatrice Livia Kalossaka; Steamiamoci a Stefania De Medici; Menzione sanità a Eleni Anastasiadou, Arianna Arienzo e Valentina Casieri. La menzione speciale di Unindustria a Maria Romanelli, modello di imprenditrice di futuro successo, per la capacità di coniugare competenze manageriali, imprenditoriali e di alta formazione nell’entertainment attraverso la piattaforma DRIMBOX.